Liquidazione IVA trimestrale e mensile: l’adempimento “classico” del commercialista

“Buongiorno, è scaduto il trimestre, le ricordo di farci avere le fatture per il calcolo della liquidazione IVA”.

Chi ha una piccola/media  impresa avrà sicuramente ricevuto una telefonata del genere dal proprio commercialista/ragioniere diverse volte nel corso della propria attività. La liquidazione IVA è sicuramente l’adempimento che porta via più risorse ad uno studio professionale, ed è la scadenza che a volte più preoccupa i contribuenti.

Ricordiamo , per chi non ne fosse a conoscenza, quali sono le scadenze per la liquidazione ed il versamento dell’IVA trimestrale:

  • 16 maggio 2013 per i documenti contabili IVA relativi del periodo 1 gennaio/31 marzo 2013;
  • 16 agosto 2013 per i documenti contabili IVA relativi del periodo 1 aprile/30 giugno 2013;
  • 16 novembre per i documenti contabili IVA relativi del periodo 1 luglio/30 settembre 2013;
  • 16 marzo per i documenti contabili IVA relativi del periodo 1 ottobre/31 dicembre 2013;

Differente il caso nella liquidazione e versamento dell’IVA mensile, che è un adempimento che occupa ogni mese il commercialista e/o l’impresa: in questo caso si devono considerare i documenti contabili IVA relativi al mese, ed il versamento avviene entro il giorno 16 del mese successivo. Bisogna ricordare tuttavia che tale adempimento è richiesto alle imprese più “grandi” con un volume d’affari annuo di almeno 400.000 euro per la prestazione di servizi e di 700.000 euro per altre cessioni diverse dai servizi.

Liquidazione e versamento IVA, come funziona nella pratica?

La maggior parte dei nostri clienti (e presumo così la maggior parte dei clienti di altri commercialisti) non conosce perfettamente il meccanismo della liquidazione IVA, e ad ogni richiesta di documentazione chiede sempre la motivazione.

In realtà il funzionamento è molto semplice, tanto più oggi che il grosso del lavoro viene svolto dal software contabile. In dettaglio:

  • l’impresa fornisce i documenti contabili aventi rilevanza ai fini della liquidazione dell’imposta: solitamente questi sono rappresentati dalle fatture (quindi non rilevano scontrini, ricevute e tutto ciò che non riporta l’indicazione dell’IVA);
  • i documenti contabili vengono solitamente ordinati per data di emissione e a questi viene assegnata una data di registrazione; solitamente per semplicità viene inserito il giorno finale del mese di riferimento della fattura di acquisto, lo stesso giorno per la fattura di vendita (rispettando così i termini per la registrazione delle fatture previsti dalle norme tributarie): quindi avendo una fattura di acquisto datata 20 gennaio la data di registrazione contabile sarà il 31 gennaio, se la fattura è di vendita il giorno è lo stesso 20 gennaio; i corrispettivi vengono registrati per giorno;
  • una volta caricati i documenti contabili si procede al calcolo della liquidazione, che altro non è che la differenza tra l’IVA totale sulle vendite e quella relativa agli acquisti (con eventuali indetraibilità parziali o totali, come ad esempio i costi per automobile non strumentale. Quindi nel caso estremo di una fattura di vendita e una di acquisto in un trimestre il calcolo sarà così effettuato: fattura di vendita di 1000 euro + iva (210 euro) – fattura di acquisto di 500 euro + iva (105 euro)= 210-105=105 euro totale da versare entro il 16 del secondo mese successivo, o del mese successivo se mensile.

Dott.Rosario Emmi

 

 

About the Author
Giovanni Emmi


Giovanni Emmi, Dottore Commercialista iscritto all'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Catania, è il titolare dello Studio Emmi. Collaborano con lo studio diverse figure professionali del settore contabile e della consulenza del lavoro, legale, tecnico, finanziario e creditizio.

2 Responses to Liquidazione e versamento IVA trimestrale e mensile 2013
  1. C'è un errore… infatti dal sito dell'agenzia delle entrate risulta che i i documenti contabili IVA relativi del periodo 1 ottobre/31 dicembre 2013 devono essere pagati entro il 16 marzo e non febbraio, ad eccezione di alcune tipologie.Riporto da http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Versare/F24+Versamento+IVA/F24IVAP10/SchedaI/V2/: "contribuenti trimestrali: la liquidazione e il versamento dell'imposta va fatto entro il 16 del secondo mese successivo a ciascuno dei primi tre trimestri solari (16 maggio, 16 agosto e 16 novembre). Il versamento relativo all’ultimo trimestre va effettuato in sede di conguaglio annuale entro il 16 marzo dell’anno successivo, salvo la possibilità di usufruire dei maggiori termini previsti per il versamento delle imposte dovute in base alla dichiarazione dei redditi per i soggetti che presentano la dichiarazione Unico."

    • Giovanni Emmi

      Buongiorno, è stato un errore di battitura, la scadenza è proprio il 16 marzo, correggiamo subito. Grazie mille per la segnalazione!


[top]

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>